.
Annunci online

 
alzataconpugno 
I tried so hard an got so far... in the end it doesn't even matter...
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
  cerca

Locations of visitors to this page Sto leggendo

Troppo forte, incredibilmente vicino
perchè Johnatan Safer Foer è un genio

Beatriz e i corpi celesti
perchè avrei tanto voluto essere la Etzebarria

Sto ascoltando

The saints are coming degli U2/Green Day
Gli ostacoli del cuore di Elisa (testo di Ligabue)

Non mi stancherei mai di rivedere

L'età dell'innocenza
Band of Brothers prodotto da Steven Spielberg e Tom Hanks
Will and Grace, Grey's Anatomy, Lost


Nel bene o nel male questo blog è Clintoniano

Questo blog aderisce alla Millenium Developments Goals Campaign

e al

Kimberley Process

Blood diamonds are for never

Questo blog sostiene i refusenick israeliani e...


add this to your site

..gli accordi di Ginevra per la pace in Medio Oriente

sottoscrivili anche tu in italiano su Pace in Palestina


 

Diario | Giochi senza frontiere | Vita da assistenti universitari | Nazioni dis...unite? | Oggi ce l'ho con... | Il processo di Alzata... |
 
Nazioni dis...unite?
1visite.

30 dicembre 2004

A pensar male si fa peccato...

... ma non si sbaglia.

Sembra questa la frase preferita dei detrattori della Nazioni Unite... Non che io sia una che adora il palazzo di vetro a prescindere... L'estrema burocratizzazione e l'organizzazione elefantiaca dell'ONU non giovano certo alla sua - già gracile - salute... Se poi ci aggiungiamo scandali degni della peggiore Pubblica Amministrazione, beh non potremmo proprio esimerci dal trovarci d'accordo con la frase dianzi riportata...

Il fatto è che, nonostante tutto, sono una sognatrice e cerco di trovare i lati positivi anche laddove ce ne sono pochi... Per questo a coloro che in questi giorni - non ricordo dove - hanno criticato qualcuno - non ricordo chi (e con questa precisione di dati mi sento proprio un agiornalista ; )) - che sosteneva che nel corso dei disastri naturali come quello avvenuto nel sud-est asiatico debba intervenire l'ONU...

In realtà sbagliano sia chi ha rilasciato tale dichiarazione, sia il suo detrattore... L'ONU con le sue agenzie e, soprattutto con l'OCHA, che le coordina è arrivato (anzi per certi versi era già presente visto che nell'area vi erano già molte emergenze umanitarie) immediatamente sul posto (come dimostra anche il post precedente) e, seppure con tutti i distinguo del caso, sta già operando con discreti risultati. Ciò che forse manca alle Nazioni Unite (oltre a una riforma e a un po' di snellimento delle strutture) è anche una buona comunicazione...

Da parte mia posso solo invitarvi a visitare il sito dell'OCHA per sapere cosa si sta facendo, cosa si farà, e cosa possiamo fare noi (e non solo nel sud-est asiatico) e a mantenersi informati su tutte le emergenze umanitarie (non solo quando ci sono i turisti italiani o quando i numeri sono "epocali" attraverso l'ottimo ReliefWeb da essa gestito...

Sicuramente è ancora troppo poco... ma meglio accendere una candela che maledire il buio...

 




permalink | inviato da il 30/12/2004 alle 13:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

26 marzo 2004

Di cosa parliamo quando parliamo di ONU...

Girando per i blog che si occupano di politica internazionale, mi capita spesso di leggere dure (e spesso circostanziate) critiche alle Nazioni Unite. Credo sia superfluo ripetere che la sua attuale organizzazione sia evidentemente anacronistica, ponendosi come il risultato di una guerra conclusasi nel 1945 e di disegni politici successivi legati agli equilibri - deleteri e in parte superati - della Guerra Fredda. Quello che mi stupisce è leggere che le Nazioni Unite - e nello specifico il Consiglio di Sicurezza, l'organo che può emettere quelle risoluzioni di cui spesso si dibatte e che dovrebbero fornire gli indirizzi di politica estera internazionale a garanzia della giustizia e della sicurezza (??!!) - se la prendono sempre con gli stessi paesi (leggi soprattutto Israele) ignorando completamente altre questioni altrettanto delicate e gravi.

Che vi sia un peso maggiore di alcuni stati, che certe questioni vengano passate sotto silenzio per mantenere gli equilibri dei 'giganti' e dare - nel frattempo - un contentino all'opinione pubblica (che comunque riceve informazioni assolutamente parziali e che, la maggior parte delle volte, ignora completamente determinate questioni per un complesso gioco di agenda setting che affronteremo in un'altra occasione) è vero... ma è anche vero che molti di noi - me compresa - che spesso ci troviamo a dibattere (talvolta con eccessiva saccenza, e in questo io sono purtroppo maestra...) spesso finiamo vittime delle stesso gioco e non ci preoccupiamo di andare a vedere ciò che effettivamente viene deliberato nel Consiglio di Sicurezza, ciò che il più delle colte non viene applicato, ciò che forse dovremmo sapere se vogliamo veramente far sentire la voce e il peso della società civile.

Per questo, in passato, avevo deciso di aprire una rubrica dal titolo 'nazioni dis...unite' che aggiornasse i lettori (sorprendentemente numerosi) di questo blog sulle risoluzioni ONU. Ho trascurato di farlo e i fatti mi hanno rapidamente superato... Ora, con il vostro aiuto, vorrei recuperare... Ecco l'elenco delle risoluzioni votate in questi primi tre mesi del 2004 con i relativi link... Chi avesse voglia di leggerli le trova su queste pagine... Molti rimarranno stupiti che dall'inizio di quest'anno non si è mai parlato di condanne (o pseudo-tali) ad Israele... Se vorrete discuterne su questo blog trovate una partner assolutamente disponibile al confronto...




permalink | inviato da il 26/3/2004 alle 14:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo